La scena finale di “Trash”

"That Went Well"Oggi parliamo di Firefly! Lo scorso week-end all’ATX Television Festival di Austin (Texas) hanno proiettato l’episodio “Trash” di Firefly e dopo la proiezione è seguito un incontro con i due autori, Jose Molina (“Ariel”, Castle) e Ben Edlund (“Jaynesntown”, “Smile Time” in Angel, Supernatural, la serie a fumetti The Tick).

Durante l’incontro (che per fortuna qualcuno ha avuto l’ottima idea di filmare) sono saltati fuori diversi aneddoti interessanti e su tutti il fatto che Nathan Fillion, per la scena finale dell’episodio in cui è nudo di spalle, abbia messo usato una foto della faccia di Joss per coprirsi… le zone basse.

Guardate comunque i filmati perché saltano fuori anche cose interessanti (come il fatto che sia stato Joss a scrivere la scena di “I can kill you with my brain” o un’ennesima descrizione dell’ipotetico episodi di Inara e la sua siringa avvelenata.

Buona visione!

Non aiutiamo Nathan a fare nulla

Nathan Fillion bacia la Serenity della QMx.Questo sito sembra morto, lo so… ma sto creando la nuova versione e risorgerà in tempo ben più che necessario per l’arrivo delle prime news sui Vendicatori!

C’è però un post doveroso da fare subito… per chiarire le cose riguardo questa fumosa HNBF o “Help Nathan Buy Firefly”.

Qualche settimana fa, in un’intervista Nathan Fillion ha detto che se vincesse 300 milioni di dollari alla lotteria (quesito sollevato in una puntata di Castle) avrebbe comprato i diritti di Firefly dalla FOX.

Apriti cielo. Quella che era una battuta (sicuramente sentita, ma non da prendere sul serio) è stata presa sul serio da “qualcuno” ed è nato il movimento di cui sopra, per cercare di raccogliere questi soldi da dare a Nathan per comprare Firefly.

All’inizio la cosa faceva anche sorridere… ma in realtà qualche settimana è passata e invece di scomparire nel nulla come avrebbe dovuto questo movimento diventa sempre più ramificato e complesso. Questi totali sconosciuti hanno creato un sito in cui chiedono consensi e presto sembra che inizieranno a raccogliere soldi.

Questo è sbagliato da qualsiasi lato la si guardi.

1) Queste persone sono anonime. E la cosa non ha alcun senso… perché restare anonimi? Se avete un motivo, ditelo. Soprattutto se volete raccogliere dei soldi.

2) Joss non è coinvolto in nessun modo. E dal tono degli organizzatori, anche se Joss dicesse “No grazie, smettetela” non credo che lo farebbero.

3) Nathan (e, pochi minuti fa anche Jane Espenson) ha detto di NON RACCOGLIERE SOLDI. Il suo appello è rimasto inascoltato, in questo caso. Forse cambieranno il nome del movimento, levando Nathan, ma non sembrano intenzionati a fare marcia indietro.

4) Hanno affermato che i fan avranno un qualche controllo creativo (???). Quindi… il motivo principale per cui si insulta sempre la FOX (le ingerenze creative) dovrebbe ora passare ai fan? Esiste concetto più campato in aria? Sembra in realtà che andando sul loro forum nei commenti affermino che Joss (?) avrebbe piena libertà creativa, ma non è quello che affermano sul loro sito.

5) Non è la prima volta che strani gruppi di fan cercano di fare di testa loro e trovare modi poco corretti o pratici per avere un seguito di Firefly, come il celebre FireflySeason2.com (morto e sepolto).

6) La Fox non ha nessuna intenzione di vendere i diritti di nulla. Non l’ha mai fatto e con Firefly fanno ancora un sacco di soldi in DVD e diritti di sfruttamento del marchio con la QMx e la Dark Horse (giusto per citare due licenziatari).

È vero che tutti gli attori, anche i più impegnati e di successo come Nathan o Adam o Morena, si sono sempre dichiarati e continuano a dichiararsi più che disposti a tornare a interpretare i personaggi che ce li hanno fatti amare. Ed è vero che sicuramente anche tutti gli autori tornerebbero di corsa alla corte di Joss. Ma certo non a comando. Inoltre, al momento, Joss è lievemente impegnato con unfilmettino chiamato The Avengers e come dice Jane Espenson, meglio risparmiare per comprare il biglietto di quello.

Personalmente poche cose al mondo mi renderebbero più felice di rivedere questi personaggi scritti da Joss in qualche forma, ma non è questo il modo e non è questo il momento. Quando e se Joss vorrà farli tornare, lo farà. Come vuole lui e nel formato che vuole lui. E nel caso dovesse scegliere di chiedere un contributo economico ai fan (improbabile, ma non totalmente impossibile in epoca di Kickstarter) sicuramente tutti contribuiremo. Ma non forzando la mano in questo modo.

Se volete seguite questa triste “Civil War” del fandom vi indirizzo su Whedonesque, come sempre voce della ragione. Ma in realtà farete fatica a trovare un qualsiasi sito storico di Browncoat che non si dichiari completamente contrario a questa cosa.

Keep flyin’

Podcast di Joss alla Comic Con

Su questo sito potete trovare un podcast che contiene un’intervista a Joss durante la Comic Con dello scorso fine settimana. Molti i temi trattati durante l’intervista (Goners, Wonder Woman, l’ottava stagione di Buffy, Serenity, Astonishing…), naturalmente anche se nulla che già non si sapesse. L’unica cosa vagamente “nuova” è l’assoluta certezza che Astonishing X-Men non durerà oltre il 24. Se Joss e Cassaday lavoreranno ancora insieme (come vorrebbero), sarà su altri progetti.

(E qui invece potete trovate un video con intervista a Nathan Fillion, alla Convention di Londra di qualche settimana fa)

Lezioni di sceneggiatura

Un breve report dell’apparizione, durata poco meno di due ore, di Joss alla Screenwriting Expo di sabato 12 novembre al Los Angeles Convention Center.
(Report di Painisscary, editato qua e là. Dal forum ufficiale di Serenity )

Prima che venisse presentato Joss, Nathan Fillion è salito sul palco e ha fatto una breve e divertente introduzione.

Joss ha poi fatto qualche battuta su Nathan, dicendo che lo odia perché è così bello e ricco di talento. Ha anche rivelato che si fida di Nathan più di ogni altro attore con cui ha lavorato per quanto riguarda le improvvisazioni, visto che è così divertente e così bravo. A quanti pare, la battuta di Nathan “Più veloce! Più veloce sarebbe meglio!”, di Serenity, è stata improvvisata, non è di Joss.

Come al solito Joss era in gran forma, divertendo e illuminando l’auditorium affollato in una discussione moderata sulla sceneggiatura.

Il piccolo microfono a clip che aveva addosso, non andava molto bene, così Joss è finito con il tenerlo in mano per tutta la conferenza, e ha fatto diverse battute su come questo gli piacesse perché lo faceva sentire grande. C’è stato un altro siparietto quando un tecnico ha cercato di dare a Joss un altro microfono, ma il cavo non era abbastanza lungo e così Joss si è messo per scherzo in posizioni assurde sula sedia per arrivare al microfono. Ovviamente a descriverlo non fa ridere come a vederlo.

Ha parlato della difficoltà di scrivere la sceneggiatura di Serenity, viste le differenze strutturali e i bisogni diversi che ha una serie tv rispetto a un film.

Ha rivelato alcuni dei suoi film preferiti: Il bruto e la bella e C’era una volta il West, oltre ad altri due film più oscuri, I Love Melvin e un film di Andre DeToth che non mi ricordo.

Ha parlato di come si immergeva in quei film al college (quattro al giorno, a lezione, e poi altri a casa di sera in cassetta) e di come ha imparato lezioni importanti sui generi e sul mito che alla fine l’hanno aiutato a creare i suoi show di genere.

Qualcuno gli ha fatto una domanda riguardo a un aneddoto che Tim Minear aveva raccontato nel seminario del giorno prima, sulla stanza degli scrittori di Buffy, di come Joss spesso entrasse e distraesse tutti ingroppandosi il divano (anche se Tim aveva usato un’altra parola al posto di ingroppare, che inizia per “tr”…).

Joss ha fatto finta di essere sconvolto, e poi ha ammesso che non si “tr” il divano. “Facevo l’amore col divano. E poi gli preparavo la colazione. Era una cosa carina”. Non è letterale ma quasi. La folla stava morendo.

Ci ha detto che in Wonder Woman ci sarà il jet invisibile.

Il moderatore ha chiesto a Joss quanto tempo ci aveva messo a mettere insieme il grande staff di scrittori di Buffy, e Joss ha risposto “Sette anni”, nel senso che non aveva mai smesso di cercare nuovi grandi scrittori fino alla fine dello show. Ha avuto parole di grande stima per tutto il suo staff, ma ha
ammesso che gli dispiaceva non avere ingaggiato Tim Minear prima…

Tim si era presentato con delle proposte per Buffy, e aveva tre grandi proposte, con la storia e le metafore tutte al posto giusto, ma Joss sentiva che Tim era pieno di rabbia e non riusciva a immaginare di lavorare tutti i giorni con lui. Poi si è reso conto che Tim aveva lavorato in X-Files, e dopo aver incontrato diversi altri scrittori di X-Files arrabbiati, ha capito che la rabbia scaturiva dal fatto che avevano lavorato in X-Files (implicando che era un lavoro duro ed emotivamente frustrante), e così l’ha preso per Angel e Firefly. Joss ha lodato tantissimo Tim, dicendo che dopo averlo ingaggiato si è reso conto che non solo Tim è un grande scrittore, ma anche una grande persona, intelligente, divertente, e molto simpatico.

(Nel suo seminario, il giorno prima, Tim aveva rivelato che una delle sue tre proposte per Buffy era un episodio con un incantesimo fatto su Xander, il quale poteva liberarsene solo andando a letto con una ragazza, e così c’era Xander che girava per la città cercando una ragazza con cui andare a letto, dicendo a tutte che la sua vita dipendeva da quello. Era molto divertente.)

Quando la discussione è finita, i fan sono corsi in fondo all’auditorium per avere autografi e fare foto. Joss si è gentilmente fermato a parlare un po’, e quando alla fine è uscito (doveva iniziare un altro seminario nella sala) la folla l’ha seguito. Disperato Joss ha ammesso “Devo andare in bagno… e no, non potete venire anche voi!” alla folla, che ha pazientemente atteso nell’atrio e poi l’ha seguito in un’altra parte del centro congressi, dove lui ha continuato a firmare roba e a parlare con la gente rimasta.

Sembrava un poco sopraffatto dall’essere così circondato dalla folla, ma in ogni caso era gentile e a suo agio.