Video intervista a Joss

IGN ha messo online due video da una nuova intervista a Joss. Il primo (10 minuti) riguarda principalmente Serenity e Firefly, mentre il secondo (più breve) è incentrato su Wonder Woman. Joss parla a ruota libera di western, Star Trek, Star Wars, dei fans, dei personaggi, di cosa pensa delle “director’s cut”, di come ha scritto Serenity, di che differenze ci sono tra un film e una serie tv, del perché succedono certe cose nel film e di molto altro.

Lezioni di sceneggiatura

Un breve report dell’apparizione, durata poco meno di due ore, di Joss alla Screenwriting Expo di sabato 12 novembre al Los Angeles Convention Center.
(Report di Painisscary, editato qua e là. Dal forum ufficiale di Serenity )

Prima che venisse presentato Joss, Nathan Fillion è salito sul palco e ha fatto una breve e divertente introduzione.

Joss ha poi fatto qualche battuta su Nathan, dicendo che lo odia perché è così bello e ricco di talento. Ha anche rivelato che si fida di Nathan più di ogni altro attore con cui ha lavorato per quanto riguarda le improvvisazioni, visto che è così divertente e così bravo. A quanti pare, la battuta di Nathan “Più veloce! Più veloce sarebbe meglio!”, di Serenity, è stata improvvisata, non è di Joss.

Come al solito Joss era in gran forma, divertendo e illuminando l’auditorium affollato in una discussione moderata sulla sceneggiatura.

Il piccolo microfono a clip che aveva addosso, non andava molto bene, così Joss è finito con il tenerlo in mano per tutta la conferenza, e ha fatto diverse battute su come questo gli piacesse perché lo faceva sentire grande. C’è stato un altro siparietto quando un tecnico ha cercato di dare a Joss un altro microfono, ma il cavo non era abbastanza lungo e così Joss si è messo per scherzo in posizioni assurde sula sedia per arrivare al microfono. Ovviamente a descriverlo non fa ridere come a vederlo.

Ha parlato della difficoltà di scrivere la sceneggiatura di Serenity, viste le differenze strutturali e i bisogni diversi che ha una serie tv rispetto a un film.

Ha rivelato alcuni dei suoi film preferiti: Il bruto e la bella e C’era una volta il West, oltre ad altri due film più oscuri, I Love Melvin e un film di Andre DeToth che non mi ricordo.

Ha parlato di come si immergeva in quei film al college (quattro al giorno, a lezione, e poi altri a casa di sera in cassetta) e di come ha imparato lezioni importanti sui generi e sul mito che alla fine l’hanno aiutato a creare i suoi show di genere.

Qualcuno gli ha fatto una domanda riguardo a un aneddoto che Tim Minear aveva raccontato nel seminario del giorno prima, sulla stanza degli scrittori di Buffy, di come Joss spesso entrasse e distraesse tutti ingroppandosi il divano (anche se Tim aveva usato un’altra parola al posto di ingroppare, che inizia per “tr”…).

Joss ha fatto finta di essere sconvolto, e poi ha ammesso che non si “tr” il divano. “Facevo l’amore col divano. E poi gli preparavo la colazione. Era una cosa carina”. Non è letterale ma quasi. La folla stava morendo.

Ci ha detto che in Wonder Woman ci sarà il jet invisibile.

Il moderatore ha chiesto a Joss quanto tempo ci aveva messo a mettere insieme il grande staff di scrittori di Buffy, e Joss ha risposto “Sette anni”, nel senso che non aveva mai smesso di cercare nuovi grandi scrittori fino alla fine dello show. Ha avuto parole di grande stima per tutto il suo staff, ma ha
ammesso che gli dispiaceva non avere ingaggiato Tim Minear prima…

Tim si era presentato con delle proposte per Buffy, e aveva tre grandi proposte, con la storia e le metafore tutte al posto giusto, ma Joss sentiva che Tim era pieno di rabbia e non riusciva a immaginare di lavorare tutti i giorni con lui. Poi si è reso conto che Tim aveva lavorato in X-Files, e dopo aver incontrato diversi altri scrittori di X-Files arrabbiati, ha capito che la rabbia scaturiva dal fatto che avevano lavorato in X-Files (implicando che era un lavoro duro ed emotivamente frustrante), e così l’ha preso per Angel e Firefly. Joss ha lodato tantissimo Tim, dicendo che dopo averlo ingaggiato si è reso conto che non solo Tim è un grande scrittore, ma anche una grande persona, intelligente, divertente, e molto simpatico.

(Nel suo seminario, il giorno prima, Tim aveva rivelato che una delle sue tre proposte per Buffy era un episodio con un incantesimo fatto su Xander, il quale poteva liberarsene solo andando a letto con una ragazza, e così c’era Xander che girava per la città cercando una ragazza con cui andare a letto, dicendo a tutte che la sua vita dipendeva da quello. Era molto divertente.)

Quando la discussione è finita, i fan sono corsi in fondo all’auditorium per avere autografi e fare foto. Joss si è gentilmente fermato a parlare un po’, e quando alla fine è uscito (doveva iniziare un altro seminario nella sala) la folla l’ha seguito. Disperato Joss ha ammesso “Devo andare in bagno… e no, non potete venire anche voi!” alla folla, che ha pazientemente atteso nell’atrio e poi l’ha seguito in un’altra parte del centro congressi, dove lui ha continuato a firmare roba e a parlare con la gente rimasta.

Sembrava un poco sopraffatto dall’essere così circondato dalla folla, ma in ogni caso era gentile e a suo agio.