Casting completato!

[Amy Acker]
Amy Acker alla prima di Serenity

Joss in persona ha sganciato una bomba ieri su Whedonesque: Amy Acker sarà in Dollhouse!! Nel ruolo della dottoressa sfregiata Claire Saunders. Oltre a lei Joss aggiunge una recurring: Miracle Laurie nella parte della "doll" November.
In più Variety ci dà un altro nome, Harry Lennix (24), che sarà Boyd (il "Giles" di Echo).

Il casting è quindi completato, riassumiamolo:
ECHO: Eliza Dushku
ADELLE DEWITT: Olivia Williams
PAUL SMITH: Tahmoh Penikett
BOYD LANGTON: Harry Lennix
TOPHER BRINK: Fran Kranz
SIERRA: Dichen Lachman
VICTOR: Enver Gjokaj
NOVEMBER: Miracle Laurie
DR. CLAIRE SANDERS: Amy Acker

Infine, un paio di fortunati giornalisti sono riusciti a leggere lo script del pilot.

Ecco le considerazioni di Kristin di E!Online :

– Echo è una ragazza che rappresenta letteralmente le fantasia di tutti. Fa parte di un gruppo di uomini e donne a cui possono inserire pacchetti di personalità, con tanto di ricordi, abilità, lingue e persino memoria muscolare, per portare a termine diversi compiti. Questi compiti possono avere natura romantica, avventurosa, stravagante, incoraggiante, sessuale e/o molto illegale. Quando non hanno un pacchetto di personalità, Echo e gli altri hanno la mente sostanzialmente vuota, e vivono come bambini in un dormitorio/laboratorio chiamato Dollhouse, senza alcun ricordo dei loro compiti… né di nient'altro. Lo show riguarda l'autoconsapevolezza che sorge in lei e il suo desiderio di scoprire chi fosse prima, un desiderio che inizia a comparira nelle sue varie personalità e che la mette in pericolo sia sul campo che nei sorvegliati confini della Dollhouse.

– Echo è come Data di Star Trek TNG, però gnocca.

– I temi del telefilm sono la libera scelta, l'autodeterminazione e l'identità.

– Il personaggio "Xander" potrebbe essere Victor.

– Il titolo del pilot è "Echo". 

Anche Televisionary ha letto lo script del pilot ed è esaltato, dice di aver letto le 54 pagine in 15 minuti e che il risultato ha superato le sue più alte aspettative (che già erano molto alte).

 

Rispondi